Matrimonio Blog | Consigli per le Nozze

Alternative unconventional alla tradizionale cerimonia e festa di nozze

festa-di-nozze-matrimonio-blog

Pare che, per molte coppie che già convivono da tempo, l’idea di dover organizzare la classica cerimonia in chiesa, un pranzo tradizionale ed un ricevimento di nozze che non li rispecchi minimamente faccia quasi passare la voglia di sposarsi. Stanche della classica cerimonia nuziale, sempre più coppie scelgono di organizzare qualcosa di fuori dal comune e fuori dagli schemi.

Chi l’ha detto che il matrimonio debba essere per forza con abito bianco, chiesa e ristorante? Le alternative ci sono, eccome. Ecco qualche idea per un matrimonio originale.

Destination wedding

Scegliere di celebrare le nozze in una meta esotica è un trend che, da qualche anno, sta prendendo piede anche in Italia. Secondo l’articolo 16 del decreto del presidente della Repubblica 396/2000, il matrimonio civile celebrato all’estero è valido in Italia se:

  • viene celebrato da un cittadino italiano;
  • viene celebrato da un’autorità del posto.

Una volta rientrati in Italia, non dovrete fare altro che registrare il matrimonio per essere ufficialmente coniugati.

I documenti necessari per sposarsi all’estero con rito civile sono:

  • certificato di nascita degli sposi;
  • stato civile;
  • passaporti;
  • eventuale certificato di divorzio o vedovanza.

Se desiderate celebrare un matrimonio cattolico, oltre ai documenti indicati occorrono:

  • autorizzazione del parroco;
  • certificati di battesimo degli sposi;
  • certificati di cresima degli sposi;
  • attestato di frequenza del corso pre-matrimoniale.

A celebrare la cerimonia sarà un prete cattolico ed il rito rimane invariato. Alcuni Paesi richiedono le pubblicazioni. Si consiglia, pertanto, di rivolgersi all’ambasciata per conoscere le normative della destinazione scelta.

Attenzione però. È fondamentale che le leggi del Paese in cui il matrimonio viene celebrato non siano in contrasto con quelle italiane. Ad esempio, qualora in Italia si sia già contratto un matrimonio e non si abbia ancora ottenuto il divorzio, non è possibile sposarsi in uno Stato che ammette la poligamia.

Se vi attira l’idea di sposarvi all’estero, il consiglio è quello di iniziare ad organizzare tutto con largo anticipo, in quanto ci vorranno perlomeno 4-5 mesi per le varie pratiche. In alternativa potete affidarvi ad agenzie specializzate che faranno tutto per voi.

Tra le mete più in voga per i destination wedding figurano:

  • Caraibi, soprattutto Jamaica e Barbados;
  • Hawaii;
  • Seychelles e Mauritius, nell’Oceano Indiano;
  • Polinesia Francese, con Bora Bora e Tahiti,
  • Polinesia Neozelandese con le Isole Cook;
  • Thailandia;
  • Bali;
  • Nuova Zelanda, coi suoi scenari mozzafiato;
  • Lapponia, nella chiesetta di ghiaccio a Jukkasjärvi, con ricevimento nell’hotel di ghiaccio;
  • deserto di Wadi Rum, in Giordania;
  • Giappone;
  • Santorini, la più fotogenica delle isole greche.

Anche i matrimoni celebrati a Las Vegas, patria dell’eccesso par excellence, sono validi in Italia solo se vengono registrati una volta rientrati in patria.

Riti simbolici alternativi

I matrimoni celebrati con riti simbolici alternativi non hanno valore legale nel nostro Paese, poiché non si attengono né al rito religioso né a quello civile. Si tratta di rituali suggestivi, il cui fine è quello di celebrare l’unione tra due persone, ma non essendo tenuti da Ministri religiosi o Ufficiali di Stato Civile e non svolgendosi presso Pubblici Uffici non sono legalmente validi. I riti simbolici possono essere eseguiti in qualsiasi location.

Pertanto, se desiderate che le nozze celebrate con rito simbolico siano legalmente valide dovete unirvi in matrimonio seguendo la prassi prevista, con rito religioso in Chiesa o con rito civile in comune. Moltissime coppie optano per il rito simbolico dopo una rapida cerimonia civile.

Cerimonia simbolica celtica

Il matrimonio celtico unisce quattro elementi, quali:

  • fuoco;
  • acqua;
  • aria;
  • terra.

I quattro elementi simbolizzano l’unione degli sposi secondo l’antico spirito celtico dell’Anam Cara.

Rito dei nastri

Intorno ai quattro elementi ruota anche il rito dei nastri, in cui si avvolgono intorno ai polsi degli sposi nastri colorati che simbolizzano la protezione offerta dal fuoco, dall’acqua, dall’aria e dalla terra.

Rito della luce

C’è poi il rito della luce, che prevede che gli sposi, muniti di candela, accendano una terza candela da custodire nella casa coniugale e riaccendere ad ogni anniversario.

Rito della sabbia

Il rito della sabbia prevede che sabbie di colori diversi vengano mischiate in un vaso, una clessidra o un contenitore trasparente, e conservate negli anni.

Rito del calore degli anelli

Nel suggestivo rito del calore degli anelli, il contenitore in cui sono inserite le fedi nuziali viene fatto passare di mano in mano fino ad arrivare agli sposi. Ogni invitato terrà tra le mani le fedi nuziali per qualche istante, esprimendo il proprio augurio silenzioso e sincero per la loro vita insieme.

Rito dell’Handfasting

Per simboleggiare l’unione delle loro anime, nel suggestivo rito dell’Handfasting, le mani degli sposi vengono legate con una fascia decorata o con tre fasce intrecciate, che rappresentano le due famiglie di origine e la nuova famiglia che nasce.

Rito della rosa

Per il rito della rosa, occorrono due rose rosse, simbolo d’amore, ed un vaso, da collocare sull’altare. Dopo aver pronunciato le frasi per la promessa di matrimonio, gli sposi si donano reciprocamente le rose. Nella casa coniugale, si sceglie un luogo in cui farle seccare. Le rose vanno conservate e, anno dopo anno, ad ogni anniversario, il vaso va riempito con nuove rose.

Rito della semina di una pianta

In questo rito, gli sposi si sporcano insieme le mani con la terra per piantare una pianta in un vaso, simbolo della propria unione, che, giorno dopo giorno, richiede cura, impegno, attenzione ed amore per crescere.

Matrimonio a tema

Scegliere un argomento che piaccia ad entrambi intorno a cui far ruotare il tema delle nozze può essere un’idea per vivacizzare un matrimonio tradizionale. La scelta non ha limiti. Pensate ai vostri interessi comuni ed alle vostre passioni.

Ecco qualche idea:

  • nozze in stile gothic, con location da brivido per il rito civile, dal look spettrale, molto in stile La sposa cadavere di Tim Burton. Bandito, ovviamente, il look total white;
  • nozze cinematografiche, ispirate ad uno specifico film che amate;
  • matrimonio monocolore, scegliendo il vostro colore preferito;
  • nozze con un dress code specifico, come, ad esempio, tutti gli invitati in t-shirt, in pigiama o in costume da bagno;
  • festa di nozze legata ad un particolare periodo storico, come, ad esempio, il Medioevo, con ricevimento in un maniero con falconieri e sbandieratori;
  • matrimonio rock, con birra, borchie, anfibi e raduno in moto.

Il divertimento è assicurato. Attenzione, però, a non scadere nel trash. La linea di confine tra originalità e cattivo gusto è sottile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *