Matrimonio Blog | Consigli per le Nozze

Fotoreportage o ritratti in posa: quale servizio scegliere?

matrimonio-blog-idee-nozze

È meglio un servizio fotografico di nozze classico, di forte impatto estetico, o un wedding reportage con foto spontanee scattate senza alcuna costruzione della scena? È questione di gusti personali. La scelta è solo ed esclusivamente vostra.

La maggior parte degli sposi, al giorno d’oggi, sembra propendere per la seconda opzione, sostenendo che non ci sia nulla di più bello che cogliere l’attimo di un abbraccio, un sorriso spontaneo o una risata nell’esatto istante in cui avvengono. Altri, invece, in ricordo delle proprie nozze preferiscono avere foto ritratto classiche, eleganti, in pose esteticamente impeccabili che valorizzino la propria figura. È solo ed esclusivamente questione di gusti personali.

Molti sposi, inoltre, dichiarano di non essere particolarmente entusiasti all’idea, nel giorno delle nozze, di dover dedicare tempo alle classiche foto ritratto, e vedono i servizi fotografici tradizionali come tempo sottratto al divertimento, alla festa ed alle emozioni.

Nella scelta tra fotoreportage o ritratti in posa, il consiglio è quello di lasciarsi guidare puramente dai propri gusti personali e dalle proprie preferenze. Analizziamo nel dettaglio le caratteristiche di entrambe le opzioni.

matrimonio-blog-consigli-nozze

Foto in posa: pro e contro

Le foto in posa ed i ritratti romantici sono gli elementi costitutivi dei servizi fotografici classici, eleganti, raffinati, professionali ed estremamente glamour. Questo tipo di foto realizzate ad arte renderà eterna la bellezza e l’eleganza del giorno del vostro matrimonio.

Il servizio fotografico posato equivale ad una vera e propria sessione di scatti professionali in studio, in cui il fotografo diventa regista e vi guida passo passo, dandovi precise istruzioni su dove guardare, cosa fare, come mettervi e dove tenere le mani, come se foste dei fotomodelli professionisti. Ogni minimo dettaglio sarà curato minuziosamente. Nulla sarà lasciato al caso ed il risultato sarà eccezionale, da copertina. Vi vedrete nella vostra forma migliore e vi sentirete delle star.

Nelle foto in posa, il fotografo valorizza il contesto, vi dà istruzioni su come mettervi per sfruttare al meglio la luce e vi aiuterà nella scelta dello sfondo migliore per le vostre fotografie. Rimarrete a bocca aperta. Un servizio fotografico di questo tipo, realizzato da professionisti esperti e competenti, riuscirà ad amplificare la vostra bellezza e tirare fuori il meglio di voi, donandovi fotografie da favola.

Se, nell’album di nozze, desiderate avere fotografie di forte impatto, che tolgano il fiato, il consiglio è quello di scegliere un servizio fotografico con foto in posa, realizzato ad arte da fotografi esperti.

Dopo la cerimonia, quando sarete ancora sobri e perfettamente agghindati, riservate un’oretta al servizio fotografico. Non ve ne pentirete. Dopo la cerimonia è consigliabile fare anche le classiche foto di gruppo con genitori, testimoni, amici, parenti, colleghi e via discorrendo.

Tuttavia, il servizio fotografico tradizionale forse non è la soluzione più adatta a chi si sente a disagio di fronte alla macchina fotografica, tende ad irrigidirsi all’idea di mettersi in posa e, come accennato, storce il naso al pensiero di dover dedicare tempo alle foto nel giorno delle nozze.

matrimonio-blog-consigli-nozze

Fotoreportage di matrimonio: pro e contro

La maggior parte degli italiani è dell’idea che, nelle foto di un matrimonio, i classici ritratti in posa non bastino e che solo le foto spontanee, scattate di nascosto, senza alcuna costruzione della scena, colgano veramente le emozioni e l’atmosfera della giornata.

Sempre più coppie di sposi scelgono, infatti, il fotoreportage di matrimonio che metta in primo piano la naturalezza e la spontaneità dei sentimenti, a discapito dell’estetica. Tutto legittimo e comprensibile. È, come abbiamo detto, questione di gusti e preferenze personali.

Secondo i fotografi, un approccio reportagistico alla fotografia di nozze racconta le emozioni autentiche, gli attimi di complicità, i dettagli ed i momenti più significativi del grande giorno in maniera naturale, spontanea e viva. Le foto spontanee, a loro dire, riescono a mantenere vive le emozioni per sempre.

Chi si orienta sul reportage di matrimonio desidera conservare ricordi nell’album di nozze che restituiscano tutta la naturalezza e spontaneità possibile.

Come funziona il fotoreportage di nozze

Il wedding reportage inizia, in genere, prima della cerimonia, a casa della sposa, per immortalare i preparativi, con scatti della fase trucco e parrucco, della vestizione, della sorella che aiuta a mettere il velo, della mamma che allaccia l’abito e, immancabile, del momento in cui la sposa indossa orecchini e collana.

Piace molto il “dietro le quinte”, il back stage. Talvolta vengono ingaggiati più fotografi, in modo che uno possa fotografare i preparativi anche a casa dello sposo, con, immancabile, il papà o il fratello che lo aiutano a fare il nodo alla cravatta.

Il fotografo è importante che arrivi nel luogo della cerimonia almeno mezzora prima dell’arrivo della sposa, per immortalare, sempre rigorosamente di nascosto, gli invitati, i testimoni, i genitori e lo sposo che attendono.

Durante la cerimonia, i momenti clou da immortalare sono:

  • ingresso della sposa
  • promessa di matrimonio
  • scambio tremolante delle fedi
  • eventuale comunione, in caso di rito cattolico
  • firme
  • lancio del riso.

È al ristorante che il fotoreportage di matrimonio dà meglio di sé. L’occhio indiscreto del fotografo riprende di tutto, con un mix di foto delle tavolate, brindisi, gli amici brilli che gridano “per gli sposi hip hip urrà”, i bambini che giocano, gli sposi che mangiucchiano…

Arrivano poi le foto dei balli, con scatti della sposa che balla con il padre, di trenini e del primo ballo da marito e moglie. Seguono il taglio della torta, il brindisi con i gomiti incrociati, il lancio del bouquet, il karaoke ed i tragicomici balli latino-americani.

matrimonio-blog-idee-nozze

Fotoreportage o ritratti in posa: consigli

La scelta tra servizio fotografico professionale o wedding fotoreportage è, come abbiamo detto, puramente personale. E non è detto che uno escluda l’altro. Molti sposi fanno un mix di entrambi per conservare intatti i ricordi del gran giorno.

Il consiglio, a prescindere che scegliate fotoreportage o ritratti in posa, è quello di rivolgersi sempre a fotografi professionisti, esperti, competenti e, possibilmente, specializzati in fotografia di nozze. Affidarsi a fotografi improvvisati o, peggio, amici e parenti è una soluzione che, certo, vi farà risparmiare qualche centinaio di euro, ma potrebbe dare risultati alquanto deludenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *