Matrimonio Blog | Consigli per le Nozze

Lista degli invitati al matrimonio: 5 consigli pratici per stilarla

lista-invitati-matrimonio

Il momento della proposta è magico per la coppia. Lo si ricorda sempre con affetto e commozione perché decreta l’inizio di un progetto di condivisione di vita.

C’è da dire, però, che il viaggio verso il giorno del matrimonio è lungo e spesso impegnativo a causa di tutte le cose da organizzare. Ci sono alcuni appuntamenti molto attesi (come la prova dell’abito da sposa) mentre altri sono più ostici perché prevedono discussioni più lunghe. La scelta della location non è di certo una passeggiata proprio come non lo è stilare la lista degli invitati al matrimonio.

Chi deve essere presente nel giorno del sì? Ci sono alcuni nomi che ti vengono subito in mente mentre ad altri ci pensi, ma i dubbi che li accompagnano sono molti e di diverso tipo. Come fare la selezione?

Ovviamente, il numero di persone presenti dipende dalla coppia. Ci sono alcuni sposi che desiderano mantenere contenuto il numero di presenti e altri ancora che, al contrario, vogliono una festa con un gran numero di partecipanti. Nell’ultimo anno e mezzo, bisogna fare i conti con l’andamento dell’epidemia di Covid-19.

Ecco alcuni consigli utili per scrivere la lista degli invitati! Abbiamo pensato di scriverli in “ordine cronologico” di modo che tu possa organizzare la lista passo dopo passo in maniera logica e ordinata.

1. Preparate una bozza insieme

La prima cosa da fare è riunirti con il/la tuo/a partner e buttare giù una bozza della lista. Potreste dividere i nomi in due gruppi, uno appartenente agli invitati dello sposo e uno a quelli della sposa. I nomi di amici in comune possono essere messi al centro o in un altro gruppo ancora.

In questo primo momento, cercate di inserire le persone che vi vengono in mente senza porvi limiti. Pensate solo a chi vorreste fosse presente con voi in quel giorno.

2. Stabilite un budget

Una volta preparata la bozza, dovreste cercare di decidere il giorno e la location soprattutto per il ricevimento. Se non prendete la decisione definitiva, almeno avere alla mano i preventivi di ciascun ristorante di modo da poter stabilire un budget approssimativo. È possibile che essi varino in base al numero di persone, ecco perché è fondamentale pensare a quanto si può spendere già prima di qualsiasi organizzazione. In altre parole, dovresti avere un’idea di spesa complessiva del matrimonio e poi vedere nella pratica dove puoi togliere e dove ti toccherà aggiungere.

Cercate di capire se i vostri genitori hanno intenzione di aiutarvi con le spese del matrimonio e in che modo. Ci sono dei casi in cui ai matrimoni intervengono anche amici di famiglia legati soprattutto ai genitori degli sposi. In questi casi, è ancora più probabile che arrivi un aiuto economico.

Cercare di stabilire insieme alle proprie famiglie un budget è determinante per capire quale sarà la lista definitiva degli invitati.

3. Stabilisci un tetto massimo

Una volta che avrete fissato il budget, non vi resta che stabilire un tetto massimo di invitati. Vi conviene lavorare un po’ per approssimazioni scegliendo cifre tonde: 50, 100, 120, 150, 200…

Una volta che avete il numero, dovete solo associarci dei volti.

4. Scegli gli invitati

Ora che tutto è pronto, potete buttare giù l’elenco dei nomi riprendendo la bozza che avevate creato. Cercate di continuare con le categorie, dividendo gli invitati tra “familiari stretti”, “parenti alla lontana”, “amici stretti”, “colleghi di lavoro”, ecc. In questo modo, vi sarà più semplice capire chi togliere e chi mettere, ma anche organizzare la lista stessa.

La cosa importante è scegliere in armonia dedicando attenzione a ciascuna situazione.

I criteri per selezionare gli invitati al matrimonio

Man a mano che stilerete la lista, vi troverete a contemplare dubbi amletici del tipo “Lo invito o non lo invito?” davanti ad alcuni nomi. Potrebbe trattarsi di colleghi di lavoro, di parenti alla lontana o di amici con cui ci si è persi di vista.

Farvi queste domande, potrebbe aiutarvi:

  • Avete visto o sentito questa/e persona/e nell’ultimo anno?
  • Il/la tuo/a partner conosce questa persona?
  • Verreste invitati al suo matrimonio?
  • Volete questa persona con voi in quel giorno così importante?

Se si tratta di colleghi di lavoro o di capi, la domanda che dovete farvi è se il rapporto si estenda o meno oltre quell’ambito. Se la risposta è affermativa, allora sono valide le domande di sopra, altrimenti lasciate correre.

Ricordate di estendere l’invito anche ai partner dei vostri amici e di considerare una lista a parte per i bambini. A seconda di quanto quest’ultima sarà numerosa, pensate se richiedere l’intervento di un’animatrice o meno.

Far intervenire delle persone solo alla cerimonia

Una volta che avrete chiuso la lista degli invitati al matrimonio, i nomi scartati potrebbero essere invitati alla cerimonia. Pensateci, potrebbe essere un buon compromesso!

5. Lista invitati al matrimonio ai tempi del Covid

Creare una lista degli invitati al matrimonio ai tempi del Covid potrebbe essere ancora più difficile perché i numeri non sono scelti da te, ma da una serie di altri fattori.

Molto dipende dalla location e dal tipo di spazio che mette a disposizione. se è possibile sfruttare spazi all’aperto, non è necessario contenersi nei numeri. Inoltre, il numero delle presenze è determinati anche dai ricambi d’aria e dal numero di entrate e di uscite del locale.

Inoltre, per i matrimoni dell’estate 2021 ci sono norme precise per quanto riguarda le persone che parteciperanno. È necessario, infatti, possedere il green pass (la certificazione di avvenuta vaccinazione con entrambe le dosi rilasciata dal Ministero della Salute) o aver effettuato un tampone nelle 48 ore precedenti alla festa (con esito negativo ovviamente). Questo indipendentemente dal colore della regione.

Lista degli invitati al matrimonio? Segui i consigli e sarà semplice!

Insomma, scegliere gli invitati del matrimonio non è un’operazione semplice. Seguendo questi pochi consigli, avrete modo di pianificare a dovere e, di conseguenza, ve la caverete con ordine e con poca fatica.

Ricordate che quando si organizza un evento di questa portata, la parola d’ordine è “organizzazione”. Se è presente, tutto sarà più semplice. Altrimenti diventa una corsa contro il tempo e tutto sarà vissuto in maniera stressante. Se vi muoverete per step secondo un piano condiviso, sicuramente ricorderete con emozione non solo la proposta, ma anche tutto ciò che è venuto dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *